L’archeologia di internet

L’archeologia di internet

Per ogni nuovo sito web che viene pubblicato, ce ne sono alcuni che si perdono o dimenticano, insieme al senso di ciò che era la cultura online a quel tempo.

Potremmo avere velocità di rete più veloci e migliori funzionalità web ora, ma  trovare una pagina web che risale al secolo scorso è come dissotterrare la tomba di King Tut.

E c’è qualcosa in quegli artefatti che vale la pena preservare, sia che si tratti di un sito promozionale del film Space Jam del 1996, pieno di sfondi scintillanti di piccole stelle e gif animate,moppure un “mall” virtuale che promuove i Mallrats di Kevin Smith.

Alcune di queste gemme sono facili da trovare, ma altre no, e c’è sempre la possibilità che alcune possano sparire dal web per sempre.Nel 2009, temendo che il web avrebbe perso molte grandi pagine basate su Flash, in particolare con il blocco di Yahoo, Ryder Ripps iniziò ad archiviare molte delle migliori immagini dai suoi siti preferiti.

Soprannominato “Indiana Jones di Internet”, fondò Internet Archeology e iniziò ad archiviare centinaia di immagini con l’intento di “esplorare, recuperare, archiviare e mostrare gli artefatti grafici trovati nella precedente cultura di Internet”. Come la vedono Ripps e gli altri archeologi di Internet, la web culture è importante tanto quanto qualsiasi album, pittura, film o altri artefatti culturali e la sua conservazione è essenziale per la cronaca della nascita della cultura di Internet, sia per il record storico che per il uno creativo.

Ma mentre è facile ridacchiare su un vecchio sito web, ad esempio la posta elettronica del 1998 di You got Got Mail, visto che il web diventa più vecchio e sofisticato, sapere che questi artefatti esistono può essere in realtà un ricordo confortante di quello era una volta Internet .

“C’è una grande dose di nostalgia in questo progetto per me e per gli altri che sono stati coinvolti in Internet Archeology”, ha detto a Wired Ripps, che gestisce un’agenzia creativa digitale chiamata OKFocus.

“Mentre Flash sta per uscire di scena così come la rete amatoriale in cui le persone sono spinte a creare i propri siti per passione, questi siti rappresentano come la nostra cultura è modellata dai nostri strumenti.

Le tendenze passate, come questi siti Flash, mi sembrano molto illuminanti per comprendere meglio il modo in cui la cultura si forma e cambia nel tempo “.

Ripps aggiunge che i siti Flash che ama provengono da un periodo in cui il social networking era davvero qualcosa di nuovo, prima che la vita online fosse solo un modo per raccogliere i retweet, i “mi piace” e i cuori di Instagram. “Era un momento in cui eravamo spinti a creare le cose come mezzo per connetterci con il mondo più grande”, ha detto. “Ora che molti di noi sono collegati, il nostro output è incentrato sul mantenimento delle relazioni.”

È vero, ora che ci sono social network e piattaforme come Tumblr, l’idea di una homepage personale non è così diffusa come un tempo. Le persone gestiscono pagine professionali per portfolio e simili, ma sembra meno necessario mantenere un sito Web personale quando una pagina Facebook o un Tumblr con una casella Ask attiva possono fornire la stessa funzione.

Pertanto, i siti di progetti passionali come “Mike’s Bong Cabinet

“, uno dei tanti salvati da Ripp , non sono così diffusi come prima. Nel 2001, alcuni geni di Microsoft hanno creato un gioco online incredibilmente complesso (e occasionalmente offline) per promuovere il film di Steven Spielberg. A.I: Intelligenza artificiale.

Acclamato come uno dei primi grandi giochi di realtà alternativa, il gioco utilizzava suggerimenti sul poster e sul trailer del film per guidare i giocatori verso decine di siti web di uova pasquali, alla fine coinvolgendo milioni di giocatori in una caccia per risolvere un misterioso omicidio.

È stato una brillante operazione di marketing  imitata più e più volte. Tuttavia, se vai al sito web di A.I. ora, tutto quello che trovi è una pagina statica con un poster di film, sul dominio della Warner Bros.

Nel contesto del lucido web HTML5 di oggi, sembrano goffi e fuori luogo, piccoli fratelli che indossano vecchi abiti.

I drogati di politica che cercano di rivivere gli anni di Clinton potrebbero voler andare al sito Dole / Kemp ’96 e alla sua GIF di una fumante tazza di caffè accanto a un link contrassegnato come “News Room”.

I fan della scienza possono visitare Venus, un sito per un progetto del CERN volto a simulare il Large Hadron Collider nella realtà virtuale molto prima che esistesse realmente. Venus è stato terminato nel 1996, ma il suo sito vive insieme a una nota particolare che avverte”alcune icone sono state mutilate usando Pixelsight”.

I drogati di notizie possono inciampare nel sito per Heaven’s Gate, il gruppo religioso fondato su una credenza negli UFO che ha perso 39 membri in un suicidio di massa nel 1997; mentre i fan dell’ironia saranno felici di sapere che GhostTowns.com è un sito per, sì, città fantasma che era stato visitato solo 406 volte dal marzo 1998.

Le probabilità che qualcuno abbia giocato a Crash Bandicoot: Warped in qualsiasi momento nell’ultimo anno sembrano ridotte, e il suo sito probabilmente sembra ancora meno avventuroso. Ma ancora per coloro che vogliono andare in fondo alla memoria del web, la presenza di Valentino sul web è un commovente promemoria del design dei siti Flash di dieci anni fa e crashbandicoot3.com e le sue domande sull’opportunità o meno di entrare nella versione Shockwave sono caratteristici.

E ci sono ancora altri siti web intrappolati nel tempo. George Ouzounian, meglio conosciuto online come Maddox, ha lanciato la sua cosiddetta “La migliore pagina nell’universo” nel 1997 e da allora non ha praticamente aggiornato i design del sito, anche se pubblica sempre nuovi contenuti. Inizialmente la mossa era un tentativo di risparmiare sui costi della larghezza di banda in quanto il suo sito era diventato un fenomeno di internet, ma col tempo si rese conto che non ne aveva bisogno.

“Esistono due tipi di progetti Web” buoni “: siti che sembrano buoni e siti che funzionano senza problemi e senza sforzo, dando agli utenti ciò che sono venuti a cercare sul tuo sito”, ha detto in una email a Wired, riferendosi alla semplicità e alla popolarità di pagine come Reddit, Craigslist e la home page di Google.

“Idealmente, un sito web dovrebbe avere entrambi, ma direi che il successo del mio sito Web (con centinaia di milioni di visualizzazioni e conteggi) è la prova che lo stile trionfa sulla sostanza.

Andate su un sito Web e pensate:” Wow, ottimo design, Sono sicuro di tornare di nuovo qui! ”

Con questo in mente, Maddox ha apportato solo piccoli aggiustamenti negli ultimi 15 anni, un po ‘più di CSS, un layout vincolato, un contatore di visite, collegamenti a reti sociali.

Ma, ha detto, “potrebbe aggiornare il sito abbastanza presto” ma solo per aggiungere alcuni elementi visivi. Ma le pagine di Maddox, come i Craigslists e Reddits del mondo che menziona, sono rare. Ha ancora un seguito fedele e vuole ancora mantenere la sua pagina.

Così tanti altri siti persi nel tempo sono stati semplicemente abbandonati, sia dai creatori, dai servizi di web hosting o dai dipartimenti di marketing che si trovano dietro di loro. Stewart osserva che nel Centro Robert Zemeckis per le arti digitali dell’Università della California meridionale, dove insegna scrittura interattiva, il cartello è quello “sbagliato”. “esco da qui ogni martedì sera e penso:” Accidenti, usate il cartello giusto! ”

Ma fortunatamente, le pagine dell’ARG, sono state archiviate sul sito web del gruppo di discussione di Cloudmakers, che si è impegnato a risolvere lail gioco nel 2001. “E ‘stato lì per oltre dieci anni”, ha detto Lee. “È un archivio che i giocatori hanno creato, minuziosamente, sito per sito per assicurarsi che tutto sia stato conservato, non capisco nemmeno come lo hanno tirato fuori”.

(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento