Il digital divide gli utenti anziani

Il digital divide gli utenti anziani

Il termine “digital divide” viene spesso utilizzato per riferirsi a barriere economiche e sociali all’uso del computer per le persone senza disabilità.

Molte persone con disabilità sono influenzate dagli stessi fattori economici e sociali, compresi tassi di occupazione molto bassi e conseguentemente bassi redditi.

Insieme alle barriere nell’ambiente fisico e nelle tecnologie informatiche, questi fattori possono portare a:

  • mancanza di tecnologie web convenzionali accessibili (come browser e strumenti di authoring)
  • mancanza di tecnologie assistive efficaci e aggiornate
  • mancanza di opportunità di formazione per diventare esperto di tecnologie web
  • accesso limitato a un ambiente sociale che incoraggia l’uso limitato dell’accesso al web a connessioni a larghezza di banda elevata, o persino a regolare accesso al Web

Un’organizzazione che si impegna a ridurre il digital divide può includere nel suo business case una descrizione di come l’accessibilità al web può ridurre l’impatto delle barriere economiche e sociali sull’uso della rete per le persone con disabilità.

Sovrapposizione con l’accesso mobile

In alcune parti del mondo, la maggior parte delle persone utilizza il Web solo attraverso un telefono cellulare, perché non ha accesso a un desktop o laptop. La sovrapposizione tra design mobile, sviluppo e accessibilità viene introdotta in Web Content Accessibility e Mobile Web.

Sovrapposizione con le esigenze degli utenti più anziani

Man mano che più persone vivono più a lungo e le persone anziane utilizzano maggiormente il Web, fare in modo che il Web funzioni bene per gli utenti anziani sta diventando un fattore sociale sempre più importante.

Molte persone anziane hanno menomazioni legate all’invecchiamento che possono influenzare il modo in cui utilizzano il Web, compreso il declino:

  • visione – compresa sensibilità al contrasto ridotta, percezione del colore e messa a fuoco ravvicinata, rendendo difficile la lettura delle capacità fisiche delle pagine web – inclusa la destrezza
  • ridotto controllo motorio, rende difficile l’uso di un mouse e fare clic su piccoli obbiettivi –
  • difficoltà di udire suoni più acuti e separare i suoni, rendendo difficile ascoltare i podcast e altri audio, specialmente quando vi è una capacità cognitiva musicale di sottofondo
  • ridotta memoria a lungo termine, difficoltà di concentrazione e facilità ad essere distratta, rendendo difficile seguire la navigazione e completare attività online

Questi problemi si sovrappongono ai bisogni di accessibilità delle persone con disabilità.

Pertanto, i siti Web e gli strumenti accessibili alle persone con disabilità sono più accessibili anche agli utenti più anziani.

 

(Visited 9 times, 1 visits today)

Lascia un commento