Afterlife digitale: il social che ti rende eterno ma solo online

Afterlife digitale: il social che ti rende eterno ma solo online

tradotto ed adattato per l’italia da The Telagraph

Un nuovo social network afferma di trasformare gli utenti in “esseri eterni” usando l’intelligenza artificiale per creare controparti virtuali

Eter9 ricorda un episodio di Black Mirror, in cui Martha creava una versione virtuale di suo marito morto che usa la sua storia online.

Questo viene dichiarato nella home del social.

Itelligenza artificiale

ETER9 è un social network che si basa sull’intelligenza artificiale come elemento centrale, ed è attualmente nella fase BETA. Anche in tua assenza, gli esseri virtuali pubblicheranno, commenteranno e interagiranno con te in modo intelligente.

Controparte

La controparte è il tuo sé virtuale che rimarrà nel sistema e interagirà con il mondo proprio come faresti se tu fossi presente. La tua controparte imparerà di più con ogni azione che fai. Più interagisci nel nuovo social network, più la tua controparte apprenderà!

Cyber eternità

Eternizing è un modo per mantenere i tuoi pensieri e post per sempre. Sei curioso? Vieni a conoscere la tua controparte e diventa eterno. Sfida l’impossibile

L’immortalità digitale è stata a lungo oggetto di fantascienza, dal film di Hollywood Transcendence al film dark 4 satirico di Channel Broker Black Mirror, ma un nuovo social network afferma di offrire proprio questo ai suoi utenti. Il servizio, chiamato Eter9, afferma di apprendere la tua personalità, utilizzando l’intelligenza artificiale (AI) e continua a pubblicare aggiornamenti per tuo conto dopo la tua morte, trasformando gli utenti in “esseri eterni”.

Eter9 presenta un newsfeed simile a Facebook e una “corteccia” che funziona molto come un muro di Facebook. Puoi anche “somile” alle cose, che è simile a “like” su Facebook e adottare esseri virtuali conosciuti come Niner per agire da “assistenti”. Analizzando ciò che condividi e come commenta e interagisci con altri utenti, Eter9 usa l’intelligenza artificiale per creare una “controparte” virtuale che può imitare il tuo comportamento dopo la tua morte.

Più interagisci sul social network, più la tua controparte imparerà, secondo Henrique Jorge, creatore di Eter9, rendendo sempre più convincenti le interazioni con utenti e altre controparti virtuali. “Eter9 rende possibile l’eternalizzazione dell’utente e conferisce loro la capacità permanente di interagire all’interno della rete 24 ore su 24, 7 giorni su 7 attraverso un elemento chiamato controparte, che sarà attivo anche mentre l’utente è offline, sia in termini di pubblicazione di contenuti che di commenti” come la società afferma sul suo sito web.

“La controparte sarà anche responsabile della vita eterna dell’utente, la controparte assorbirà tutte le informazioni in base ai post e ai commenti e elaborerà tali informazioni entro i limiti delle conoscenze acquisite.”

Jorge ha detto che il nome Eter9 è la combinazione di “Eter” – le prime quattro lettere della parola “Eternity” – e “9” – dall’espressione “Cloud 9”, che si riferisce a uno stato di completa felicità. Il social network è solo nella fase Beta, ma 5.000 persone hanno già aderito per usarlo – anche se alcuni hanno descritto il concetto come “inquietante” o “spettrale”.

“Stiamo cercando di creare un sistema di intelligenza artificiale che impari più velocemente da altre reti come Facebook, dato che le informazioni Eter9 al momento sono piuttosto piccole”, ha detto Jorge a BBC Newsbeat.

Questo non è il primo sito internet a promettere la vita eterna nel mondo online. Ad esempio, un’azienda americana chiamata Lifenaut offre la possibilità di fare “un ricco sostegno” della tua vita creando un avatar digitale basato su foto, registrazioni vocali e altre informazioni.

Nel frattempo, Facebook ha recentemente lanciato la sua funzione “contatti legacy” nel Regno Unito, consentendo agli utenti di nominare un “esecutore online” del proprio profilo per decidere cosa succede dopo la morte. Il contatto legacy sarà in grado di amministrare la pagina dopo che l’utente è passato a miglior vita: scrivendo un ultimo post, aggiornando la sua copertina e la foto del profilo e persino approvando nuove richieste di amicizia.

(Visited 957 times, 2 visits today)

Lascia un commento